0

Giovanni Gregoletto: le “meraviglie del vino”

VITE cover MCDietro ogni bicchiere di vino si nascondono storie e racconti di uomini, ricche di piccoli e spesso curiosi aneddoti, di avventure ma anche di sventure. Giovanni Gregoletto, che proviene da una nota famiglia di viticoltori da diverse generazioni di Premaor di Miane, con certosina pazienza, ha iniziato, ormai da parecchi anni, a raccoglierle ed oggi il suo progetto editoriale, racchiuso in tre libri, ha iniziato finalmente a vedere la luce. Sono usciti da poco, e presentati al recente Festivaletteratura di Mantova, infatti, i primi due volumi di questa opera assolutamente originale nella concezione e nella sua realizzazione. Si tratta di “Vite Ambulante. Nuove cattedre di enologia e viticoltura” e di “Accidenti, malattie e parassiti della vite”, entrambi autoprodotti dalla Edizioni SUV, la casa editrice legata allo Spazio dell’Uva e della Vite, open-space per esposizioni, incontri culturali e altro creato dallo stesso Gregoletto presso il piccolo stabilimento dove produce artigianalmente la Birra Follina a Pedeguarda di Follina.

Non traggano in inganno i titoli dei libri, che solo apparentemente sembrano parlare di argomenti tecnici, solo per addetti ai lavori. Il loro contenuto – nel primo caso il riferimento sono le reali “cattedre ambulanti di agricoltura”, istituzioni avviate nella seconda metà dell’Ottocento e guidate da emeriti docenti di agraria per trasferire agli agricoltori le ultime scoperte e innovazioni in tema di coltivazioni – è tutt’altro che serioso, ma piuttosto più vicino ad una sorta di divertissement sui molti aspetti, culturali e non, legati al vino e ai suoi fruitori, con un ricco e apparato iconografico fatto di rari manifesti storici, lettere, mappe e foto.

Decanter Ragnetto rosso“Sono parecchi anni che lavoro a questo progetto – racconta Gregoletto – nato dopo aver letto un brevissimo racconto di Ottavio Missoni su una sua giornata, da mezzogiorno a mezzanotte, trascorsa in un’osteria triestina. Da questo delizioso brano è nata l’idea di raccogliere piccole storie, frammenti e idee apparentemente senza un filo conduttore che le colleghi fra loro, ma col comune denominatore di parlare di vino e soprattutto di oggetti legati al vino, in cui traspaia il grande ingegno del viticoltore”. Proprio questo legame fra i racconti dei suoi libri con oggetti concreti ha portato l’instancabile Gregoletto a sviluppare una nuova idea. “Si tratta di una Wunderkammer, ossia una “camera delle meraviglie”, che stiamo allestendo presso lo Spazio dell’Uva e del Vino e che aprirà a breve, dove saranno raccolti molti oggetti, anche in vendita tra cui una fillossera in vetro soffiato a mo’ di decanter e la ricostruzione di un vecchio cannone antigrandine come oggetto di arredo, ma anche documenti e manifesti, legati alle storie narrate nei primi due volumi”. Un progetto a più chiavi di lettura, dunque, che si concluderà con il terzo volume della trilogia, attualmente in cantiere, il cui titolo sarà “Breve e incompleta storia del Prosecco”.

I libri e gli altri oggetti sono ordinabili sul sito www.edizionisuv.it; per info: 335 413692 – info@edizionisuv.it

Be Sociable, Share!

Paolo Colombo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *