0

Vino, arte e cultura

Eccellenti-pittori-189x300Un viticoltore con una spiccata sensibilità per la cultura e l’arte. Ma anche un acuto ricercatore delle affascinanti storie che si celano dietro alla coltivazione dell’uva e alla produzione del vino. Giovanni Gregoletto è sicuramente un vignaiuolo anomalo, nel senso che da sempre affianca al lavoro in vigna anche e in cantina una sua personale ricerca delle radici della stessa, tanto che i due aspetti convivono inscindibilmente nella sua personalità. Ultimo esempio di questa sua doppia anima domenica scorsa, 17 novembre, quando ha invitato il giornalista e critico Camillo Langone a presentare il suo ultimo libro, “Eccellenti Pittori”, a Pedeguarda di Follina, dove stanno per nascere le sua più recenti idee, lo “Spazio dell’Uva e del Vino”, originale museo dedicato alla viticoltura la cui apertura è prevista per la primavera del 2014, e nello stesso stabile la Birreria Follina.

Anche se l’attività principale della Gregoletto, azienda ultracentenaria che risale addirittura i primi del Seicento, rimane la viticoltura, con 18 ettari di vigneti di proprietà fra la sede di Premaor, MianeCamillo Langone, Refrontolo e Rua di Feletto più qualche conferitore ed una produzione che spazia dagli spumanti, col classico Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore, ai tranquilli, con Manzoni e il localissimo Verdiso (incensato dallo stesso Langone, che lo considera, a ragione, una perla da rivalutare), ai rampanti sur-lie, Prosecco e Verdiso, ai rossi, con Merlot e Cabernet ma anche col recente recupero del Recantina, un vecchio vitigno dell’antica tradizione trevigiana, sino alle grappe, la instancabile verve di Giovanni lo ha portato negli anni a mettere in piedi (e in vendita tramite lo shop aziendale) una lunga serie di progetti culturali e artistici, spesso sotto il marchio dell’azienda gemella Vallis Marenis: libri, cd musicali, oggetti artistici in vetro, pentole in rame, decanter, la riedizione di vecchie stampe, persino lari produzione di un vecchio tabarro da bottaio.

1-spazio_uva_vino_bannLa serata di domenica, quindi, è stata anche il motivo di tastare con mano i nuovi ambiziosi progetti che Giovanni Gregoletto ha in procinto di avviare, lo “Spazio dell’Uva e del Vino”, un contenitore-espositore aperto al pubblico che comprenderà la collezione privata dell’azienda assieme a molti altri materiali e oggetti legati al mondo del vino, con una piccola sala dedicata ai convegni, e la nuova Birreria Follina, microbirreria artigianale fondata da Giovanni Gregoletto con la moglie Virginia, il fratello Giuseppe ed Elio Polognato di prossima apertura. La scusa è stata la bella conferenza di Langone, che ha raccontato ai presenti opere e soprattutto storie dei 25 pittori (tutti italiani e tutti viventi) “da conoscere, ammirare, collezionare” presentati nel suo libro, edito da Marsilio, nato come compendio del suo bel blog eccellentipittori.it. Al termine, un assaggio della produzione di Gregoletto, con la novità, già citata, del Recantina, un rosso amabile, fruttato e leggermente speziato, dalle ottime prospettive, prodotto da Gregoletto per l’etichetta Campo San Spirito insieme a Paolo Bisol (uve) e Fausto Maculan (vinificazione) e di recente inserito nella Doc Montello e Colli Asolani.

1-Langone_99_26

Be Sociable, Share!

Paolo Colombo

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *