0

Vino, web e social network

Vino, web e social networkVino e internet. Un matrimonio felice? A guardare numeri e sondaggi parrebbe proprio di sì. Il vino, secondo una recente ricerca, compare infatti in quasi il 2% delle conversazioni in rete che si svolgono nelle principali lingue europee, per un totale di 105 mila conversazioni ogni giorno. E anche le aziende, in un settore tradizionalmente legato ad un prodotto tangibile e concreto come il vino, si stanno sempre più orientando verso una comunicazione virtuale. Un’altra recentissima ricerca (Axiter-Confcommercio/Unicab per conto di Vinitaly) rivela che ben sette cantine su dieci prevedono di destinare quest’anno risorse aggiuntive alla comunicazione sul web. Dove gli strumenti ormai sono molteplici, dal sito aziendale alla presenza sui social network come Facebook e Twitter, dai blog creati da critici, sommelier o semplici appassionati ai forum tematici. Una massa enorme di informazioni cui gli appassionati attingono ormai quotidianamente per informarsi sulle etichette, sulla qualità dei vini, sulle serate di degustazione, sugli orientamenti del mercato e su quant’altro possa interessarli del panorama enologico. Ma quanto vale davvero l’informazione sulla grande rete di internet? E’ efficace e soprattutto attendibile? E quali sono gli sviluppi per il mercato del vino? Lo abbiamo chiesto a quattro esperti sia di vino che di internet, due dalla parte delle aziende, Francesco Zonin vicepresidente dell’omonima casa vinicola vicentina e Lorenzo Biscontin direttore marketing delle Cantine Santa Margherita, e due dei più noti wineblogger italiani, Franco Ziliani di Vinoalvino.org e Angelo Peretti di Internetgourmet.it.

Continue Reading